Il vangelo copto che potrebbe essere attribuito a Maria

Il vangelo copto che potrebbe essere attribuito a Maria

È stato ritrovato di recente un antico vangelo copto che può essere attribuito a Maria, un minuscolo libro la cui origine risale al VI secolo. Tutto il testo è scritto in copto e ha diversi oracoli che avrebbero potuto essere usati per fornire supporto e sicurezza a tutti coloro che cercano aiuto per i loro problemi.

Secondo i ricercatori, vogliono mettere in chiaro che non è un vangelo nel senso che tutti conosciamo, poiché non insegna nulla su Cristo. Sebbene questo libro sia stato studiato dal 1984, non si conosce la sua origine, sebbene sia stato detto che potrebbe essere appartenuto a un noto commerciante di oggetti e antiquariato copti.

L'insegnante Anne Marie Luijendikj, della Princetown University, è stata incaricata di studiare a fondo questo testo, dopo di che ha dichiarato di essere riuscita a decifrarne la prima riga, che si riferisce a un vangelo che sperava di leggere su Gesù e sulla sua vita.

Questo piccolo libro ha circa 160 pagine che hanno 37 piccoli passaggi scritti su due fogli di pergamena, uno di fronte all'altro. Ha misurazioni approssimativamente della dimensione del palmo della mano di una donna e il suo scopo era quello di fornire risposte a coloro che cercano una risposta in una situazione delicata e non sanno cosa fare o quale decisione prendere.

Alcune delle frasi che possono essere lette all'interno di questo libro includono:

«Smettila di essere sincero o umano, perché quello che stai cercando succederà o no. Sii coraggioso e non avere due menti, per questo riceverai gioia e felicità ».

«Sai di aver fatto tutto ciò che era in tuo potere. Nonostante ciò, non hai guadagnato nulla, ma con pazienza, attraverso il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe, si realizzerà ciò che si desidera ».

Secondo lo studio svolto, questo libro è di natura cristiana ed è basato sui Salmi, Proverbi, Matteo, Giovanni, Luca e Giobbe, sebbene è stato notato che non contiene insegnamenti cristiani tradizionali e non ci sono quasi menzioni del regno di Dio o dei Cieli, dei miracoli della vita più alta, eterna o della chiesa.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Il Vangelo di Maria MaddalenaIntegrale