Lo scheletro di una donna trovato ad Anfipoli sarebbe Olimpia, la madre di Alessandro Magno

Lo scheletro di una donna trovato ad Anfipoli sarebbe Olimpia, la madre di Alessandro Magno

Dopo aver studiato più a fondo i resti ritrovati nella tomba di Anfipoli in Grecia, esperti e storici hanno evidenziato che esistono legami familiari tra i cinque defunti e ritrovati nella tomba. Gli archeologi hanno avanzato che i resti della donna che aveva tra i 60 ei 65 anni, quasi certamente è Olimpia, la madre di Alessandro Magno.

D'altra parte, gli altri corpi maschili adulti possono essere i figli del re Cassandro, che governò tra il 305 e il 297 a.C. È stato scoperto che uno di loro è stato brutalmente assassinato, ma per ora i resti del corpo cremato e del bambino sono ancora un mistero.

Secondo diversi scritti, Olimpia morì all'età di 59 anni e si nota che gli antichi macedoni non avevano l'usanza di seppellire i loro defunti insieme ma lo facevano individualmente. Dopo le indagini preliminari, si dice che la donna nella tomba sia indubbiamente Olimpia e questa tomba fu eretta in suo onore.

[Tweet «Dopo gli studi, si afferma che la donna di Anfipoli è Olimpia, madre di Alessandro Magno»]

Questa tomba è considerata una delle più grandi ed elaborate al mondo che è stata conosciuta per una donna single, anche più di alcuni grandi leader della storia. Infatti, quando fu costruito, vi furono posti così tanti ornamenti che sembrava improbabile che non si trattasse di una tomba dedicata a una dea semida oa una grande eroina.

I detrattori di questa notizia non hanno tardato a rivelarsi e hanno assicurato che la madre di Alessandro Magno è sepolta a Pidna, come rivela un'iscrizione che è stata trovata in quella zona. Il ministero della Cultura greco ha rilasciato una dichiarazione in cui i principali ricercatori di questa scoperta spiegano che dopo uno studio microscopico, è possibile rivelare un'infinità di dati di grande importanza.

C'è ancora molto tempo per verifica al 100% l'identità di tutte le persone trovate in quella tomba, ma ci sono diversi aspetti che devono essere approfonditi. Con lo scalpore che questa scoperta ha generato, le diverse teorie sull'identità delle persone e il gran numero di esperti là fuori, non dovremo aspettare troppo a lungo per saperne di più su questa incredibile scoperta.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Alessandro Magno 356. - di Ugo Fantasia 2016