Scoprono una stanza segreta nel Tempio di Sidone

Scoprono una stanza segreta nel Tempio di Sidone

Un team composto da una delegazione del British Museum e un gruppo di archeologi della Direzione generale libanese delle antichità ha recentemente scoperto nel sito archeologico di Frêres, nella città di Sidón, a stanza sotterranea di cui non c'era conoscenza assoluta.

Questo può aiutare a rivelare alcuni dei file aspetti meno conosciuti di questa città così importante in passato e che può contribuire a comprendere la storia dei popoli che sono passati di qui nel corso della storia.

Come spesso accade, la scoperta è stata fatta da modo quasi accidentale, in un momento in cui alcuni operai stavano iniziando la costruzione del Museo Nazionale, che verrà eretto proprio accanto al sito, come riportato da diversi media.

Si prevede che in futuro manufatti museali e rovine di civiltà diverse che abitavano Sidone, di cui dobbiamo evidenziare alcuni che popolavano quest'area risalenti al 3.000 aC., che è di grande importanza, qualcosa che senza dubbio contribuirebbe a diventare uno dei musei più importanti del Medio Oriente.

Cosa si sa di questa stanza segreta?

Al momento si stanno valutando diverse ipotesi in merito e si dice che questo spazio possa diventare un'estensione del Tempio sotterraneo di Sidone, la cui origine è datata nel Età del bronzo. È noto che le mura sono state costruite con grosse pietre e hanno un'altezza di circa quattro metri e mezzo e che questa stanza sarà a circa sette metri e mezzo sotto il livello del suolo.

[Tweet «La nuova stanza potrebbe essere un'estensione del Tempio sotterraneo di Sidone #Storia»]

All'interno della sala sono stati rinvenuti numerosi reperti, quasi tutti in ottimo stato conservativo anche se alcuni sono legno e ceramica. Ce ne sono alcuni che venivano usati per rituali e altri per cucinare, mescolare liquidi, bere, mangiare, ecc.

Si dovrebbe notare che non l'unica scoperta in questa zona perché circa un decennio fa è stato scoperto un santuario risalente all'anno 1.300 a.C.. e dove si crede che all'epoca eseguissero riti di adorazione agli dei. Ora, con questa nuova stanza scoperta e che è una stanza adiacente al santuario, si suggerisce che si tratti di un'estensione del tempio, anche se dobbiamo aspettare che le indagini continuino in modo che possano contribuire con più dati a questo ritrovamento.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: APRIAMO LA PORTA DELLA STANZA SEGRETA DEL DOTTOR GINIU! è lì dentro!