Il tempio indù di Sukuh sarà restaurato

Il tempio indù di Sukuh sarà restaurato

Uno dei compiti che tutti i paesi dovrebbero avere è quello di utilizzare una parte del loro budget annuale per preservare la loro storia in tutti gli aspetti, anche se a volte questo non è possibile in molti paesi a causa degli alti costi che comporta, ma altri, con molto impegno , e consapevoli dell'importanza di mantenere al sicuro l'eredità storica e architettonica dei popoli antichi, fanno grandi sforzi per raggiungerla.

Uno degli ultimi esempi viene dall'Asia, dove ha pianificato la Central Java Heritage Conservation Agency ripristinare il tempio indù di Sukuh a causa di diversi smottamenti che ne hanno messo in pericolo tutta la sua integrità strutturale.

Questo tempio di Sukuh si trova a Ngargoyoso (Indonesia), sulle pendici del Monte Lawu, a circa 1.185 metri sul livello del mare. È stato costruito nel XV secolo al crepuscolo del regno di Majapahit e riscoperto nel 19 ° secolo da un viaggiatore britannico di nome Thomas mette in palio.

Nonostante i lavori di ristrutturazione da effettuare, diverse aree rimarranno aperte ai turisti per visitare questo importante angolo, anche se per vedere il complesso nella sua interezza bisognerà attendere il prossimo anno 2016, momento in cui Puoi vedere la struttura principale che ha una forma piramidale.

Al momento Il numero massimo di turisti che possono accedere al sito è stato limitato, soprattutto alla struttura principale poiché è piuttosto fragile perché è scolpita in rocce abbastanza rudimentali e unite tra loro da argilla, cosa che non si vede in altri templi come quelli di Prambanan o Borobudur, dove la pietra è la protagonista principale.

Come riportato, prima dell'inizio dei lavori di restauro, diverse squadre, tra cui un gruppo di archeologi, svolgeranno lavori sul campo ed effettueranno diversi studi per studiare il modo migliore per preservare questo luogo, qualcosa che forse potrebbe allungare il successivo processo di restauro.

Il prezzo della prima fase del processo di restauro non sarà troppo alto, contrariamente a quanto accade in molti altri angoli del mondo, e il suo prezzo sarà di circa $ 80.000. Questo progetto è necessario poiché ogni anno che passa, il tempio si è spostato a poco a poco, quindi è stato necessario rallentare la sua progressione.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Singapore, cerimonia nel tempio Indù