Informazioni sul naufragio del XVII secolo al largo della costa di Panama

Informazioni sul naufragio del XVII secolo al largo della costa di Panama

Il naufragio di una nave spagnola del XVII secolo trovato al largo della costa di Panama sta facendo notizia in questi giorni, sebbene sia stato scoperto nel 2011. Sono state effettuate numerose indagini e gli archeologi subacquei incaricati delle indagini Hanno scoperto molti fatti su questa nave che era stata sotto le acque del mare per 334 anni.

La nave è stata identificata come una nave mercantile coloniale spagnola che ha il nome di Nostra Signora dell'Incarnazione, naufragata nel 1681 alla foce del fiume Chagres, nel paese centroamericano, durante una forte tempesta.

Mentre Frederick Hanselmann, del Meadows Center for Water and Environment, un'entità collegata alla Texas State University, ha avanzato, sia lui che i suoi colleghi hanno trovato la nave accidentalmente nel 2011, alla ricerca di cinque navi appartenute a Henry Morgan, il famoso pirata del XVII secolo, navi che si ritiene siano naufragate nel 1671 quando si stavano dirigendo a Panama City per saccheggiarla.

Ha anche affermato che: "La nave ha un'ampia varietà di manufatti all'interno, in particolare più di 100 scatole di legno che contengono ferri di cavallo, ceramiche, chiodi, forbici e lame di spada all'interno.”.

Lo dichiaro sono state trovate pochissime navi spagnole per non parlare di quelli che sono in un buono stato di conservazione, così tante informazioni possono essere ottenute man mano che vengono svolte ulteriori ricerche.

Contrariamente a quanto accade con molti altri relitti, questo si trovava a una profondità di 12 metri e uno dei motivi per cui è in condizioni così buone è che, nonostante abbia 334 anni, era ricoperta da uno strato di più di un metro e mezzo di sabbia fangosa e limo, che ha permesso che l'azione dell'acqua salata fosse meno diretta su legno e metalli.

Dopo diversi studi, sono già noti diversi dati su di lei, come quello È stato costruito nella città messicana di Veracruz e che faceva parte della flotta conosciuta come Tierra Firme, che fornisce servizi di trasporto tra la città panamense di Portobelo e Cartagena in Colombia.

Questa nave trasportava principalmente rifornimenti diversi per i coloni, dove si trovavano metalli preziosi, perle e smeraldi tra gli altri beni di valore.

Le indagini sono in corso ed è stato avanzato che tutti i manufatti appartengono, per legge, a Panama, e tutti sono in fase di studio e conservazione nel laboratorio del Patronato Panamá Viejo, l'ente che gestisce il sito storico e il museo della città vecchia. da Panama.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Dallallume alla seta 500 anni fra rotte e imprese dei genovesi nel mondo