Dipinti preistorici trovati in una grotta in Birmania

Dipinti preistorici trovati in una grotta in Birmania

UN formazione rocciosa incisa con disegni preistorici È stato identificato nel profondo della foresta di montagna di Pae Dwe in Birmania e si pensa che fosse un antico luogo di culto. Questa scoperta d'arte preistorica è la prima del suo genere che si trova in più di mezzo secolo nella Birmania centrale.

Win Bo, un avventuriero dilettante, si è imbattuto nelle immagini poche settimane fa nella zona conosciuta come Mya Kha Nauk, otto miglia a sud-ovest del famose grotte Padah-Line.

Un gruppo guidato dallo storico veterano Win Maung, archeologi dilettanti, storici, ricercatori e il direttore del Ministero della Cultura è arrivato sul sito mercoledì e ha iniziato a indagare.

Impronte di mani marroni rossastre e figure di animali raffiguranti tartarughe e cervi sono stati trovati sul tetto della grotta, che sembra essere stata utilizzata come rifugio. Un'altra facciata della roccia presenta disegni di elefanti.

“Le persone in epoca preistorica adoravano grandi animali, ad esempio gli elefanti, come loro dei. Qui troviamo un piedistallo davanti alla roccia, e può darsi che l'area fosse riservata come santuario di culto da tenere al sicuro durante le battute di caccia ", ha detto lo storico Win Maung.

Sono stati anche scoperti punte di freccia in posizione. "Le armi appartengono al Paleolitico e possiamo presumere che le persone che vivevano nella grotta di Padah-Lin, conoscessero questa zona, cacciassero qui e si rifugiarono nella grotta, dove hanno creato un altare per pregare", dice Win Maung.

Migliaia di pietre e rocce sono state lasciate sul terreno per segnare il percorso dalla foresta al rifugio. «In epoca preistorica si usava la tecnica di segnare i percorsi con pietre, quindi facendo girare tutti questi test possiamo concludere che i dipinti sono dello stesso periodo di quelli di Padah-Lin«, Racconta Win Maung.

Il Grotte di Padah-Lin Sono stati scoperti negli anni 60. Le ricerche condotte dagli archeologi qui hanno portato alla luce strumenti che risalgono al Paleolitico e al Neolitico.

Il ministro della Cultura ha detto che il ministero sta valutando la possibilità di conservare il nuovo sito che è stato trovato e di continuare con i lavori di scavo e ricerca.


Video: Scoperta inattesa: uomo smarrito in una grotta trova qualcosa di unico!