Un'iscrizione dell'epoca del re Davide trovata nella valle di Elah

Un'iscrizione dell'epoca del re Davide trovata nella valle di Elah

UN iscrizione dei tempi del re Davide è stato trovato a Khirbet Qeiyafain, nella Valle di Elah. Un vaso in ceramica di 3000 anni fa che è stato spezzato in diversi frammenti è stato trovato nel 2012 negli scavi condotti dal professor Yosef Garfinkel dell'Istituto di archeologia dell'Università ebraica e Saar Ganor dell'Autorità israeliana per le antichità. Lettere scritte nell'antica lingua di Canaan potevano essere osservate nei diversi frammenti, suscitando così la curiosità tra i ricercatori.

Il lavoro investigativo è stato svolto nel Dipartimento per il trattamento degli oggetti, nei laboratori dell'Autorità israeliana per le antichità. Centinaia di pezzi di ceramica sono stati incollati insieme per formare un vaso e una volta terminata la ricostruzione, si poteva leggere la descrizione: Eshba’al Ben Bada ’.

Secondo il professor Yosef Garfinkel, è la prima volta che il nome di Eshaba'al compare in un'antica iscrizione nel paese. Eshba'al Ben Shaul, che governò Israele per lo stesso periodo di Davide, è noto dai racconti biblici. Eshbaal fu assassinato e decapitato, e la sua testa fu portata a Davide a Hebron. È interessante notare che il nome di Eshba'al appare nella Bibbia e ora appare anche nella documentazione archeologica.

Il nome di Beda è unico e non è stato trovato in antiche iscrizioni o nella tradizione biblica.

Secondo i ricercatori, il fatto che il nome di Eshba'al fosse inciso su un vaso suggerisce che fosse una persona di grande importanza. Pare che fosse stato proprietario di una fattoria abbastanza grande e che il prodotto da lui ottenuto fosse raccolto, confezionato e trasportato in vasi su cui era inciso il suo nome. Questa è la prova della stratificazione sociale durante la formazione del regno di Giudea.

[Tweet "Questa è la prima volta che il nome di Eshaba'al compare in una vecchia iscrizione nel paese"]

Garfinkel e Ganor aggiungono: «Nel II libro di Samuele c'è una riluttanza a usare il nome Eshba'al, che ricorda il nome del dio Ba'al, e il nome originale cambiò in Ish-Bashat, ma il nome originale di Eshba'al fu preservato nel Libro delle cronache. Il nome del signore della guerra Gideon Ben Joash fu cambiato da Jerrubaal a Jerubesheth«.

Khirbet Qeiyafais si identifica con la città biblica di Sha’arayim. Durante diverse stagioni di scavi condotti da Yosef Garfinkel e Saar Ganor, hanno scoperto una città fortezza, due porte, un palazzo e un magazzino. Nel 2008 vi è stata portata alla luce la più antica iscrizione ebraica.

Negli ultimi anni sono state ritrovate quattro iscrizioni; due da Khibet Qeiyafa, uno da Gerusalemme e uno da Bet Shemesh. I ricercatori lo affermano queste scoperte cambiano la comprensione della distribuzione della scrittura durante il regno di Giudea ed è ora chiaro che la scrittura si diffuse in un modo più ampio di quanto si pensasse.


Video: Larcheologia conferma lesistenza storica di Re Davide