Jurassic Park, scienza o finzione?

Jurassic Park, scienza o finzione?

Con solo poche settimane al botteghino, Jurassic World, l'ultima puntata della saga di Jurassic Park, ha già battuto diversi record. Il suo successo era prevedibile, poiché le sue ricreazioni di dinosauri e spazi naturali sono sempre state un grande successo sul grande schermo. Sebbene non tutti siano stati contenti del risultato, molti paleontologi e appassionati hanno già mostrato la loro indignazione per i numerosi errori scientifici.

In questo articolo vogliamo evidenziare i difetti più importanti che sono stati commessi nei film di questo franchise.

Il primo degli errori arriva già dalla prima puntata del 1993. Jurassic Park è il nome del parco a tema in cui si trovano i dinosauri. Ma analizzando ciascuna delle specie che appaiono nel film, solo alcuni secondari come Dilophopsaurus sono in realtà del periodo giurassico. Il più famoso, cioè il Velociraptor, il Triceratopo o il Tirannosauro apparteneva al Cretaceo superiore. Quindi la scelta del nome del parco, e del film, ha avuto uno scopo estetico più che plausibile. Non è la stessa cosa dire "Cretacic Park" come "Jurassic Park".

Un altro errore che ha causato molte lamentele da parte di esperti è quello con le piume. Dalla fine del secolo scorso è noto, grazie allo studio dei resti fossili, che molte specie di dinosauri li avevano. Ma in Jurassic World è stato scelto di non dotare il Velociraptor o il Tyrannosaurus Rex di quella caratteristica, dal momento che il loro aspetto potrebbe essere meno feroce di quanto previsto dalla sceneggiatura. Nella foto qui sotto puoi vedere com'era effettivamente il Velociraptor. Questa rappresentazione può essere trovata nel Museo austriaco di storia naturale. Fortunatamente, ci sono molti musei che possono essere visitati in Europa su questo argomento.

Allo stesso tempo, molte delle specie più popolari di questi film sono state assegnate dimensioni maggiori per fare una maggiore impressione sullo spettatore. È noto che il Velociraptor era molto piccolo; era lungo 1,8 metri e poteva essere alto come un cane. Il più grande Mesasauro (il rettile presente nel trailer di Jurassic World) scoperto era lungo 18 metri, quindi si può stimare che le dimensioni del film siano raddoppiate.

«Il tirannosauro non ti vedrà se non ti muovi«. Quella frase È uno dei gattini più famosi della saga. Il pubblico è portato a credere che il T-Rex abbia le caratteristiche di alcune specie notturne, che hanno una vista adatta al movimento, ma la verità è che le sue caratteristiche sono più vicine a quelle degli uccelli. E questi distinguono una gamma di onde luminose maggiore anche di quella dell'occhio umano.

[Tweet «» Il tirannosauro non ti vedrà se non ti muovi ». Quella frase è una delle sciocchezze più famose della saga di Jurassic Park »]

Per ultimo Non è provato in ogni caso che i dinosauri ruggissero. Nessuno l'ha mai sentito, quindi non è dimostrabile. Molti dei dinosauri che prendono più risalto in questi film erano cacciatori, quindi dovevano tacere. Ovviamente, un T-Rex furtivo scuoterebbe meno lo spettatore.

Come ha giustamente affermato Jack Horner, rinomato paleontologo e consigliere di tutta la saga, è un film e non un documentario. Ma nonostante questo, vale la pena che gli spettatori si informino dopo aver visto il film, cosa si sa per certo sui dinosauri e cosa si scopre ogni giorno. Perché, come potresti aver sentito prima, la realtà può spesso superare la finzione.


Video: La Scienza di Jurassic Park - Live @ Radio DEEJAY. 05-10-2019