Mostra «La fotografia monumentale nel XIX secolo», presso la BNE

Mostra «La fotografia monumentale nel XIX secolo», presso la BNE

Il creazione di fotografie ha a che fare con la ricerca di un modo per riprodurre la realtà senza doverla disegnare attraverso la camera oscura. Questo è quello che cercavano i genitori della fotografia: Nicéphore Niépce (1765-133), Louis-Jaques-Mandé Daguerre (1787-1851) e Fox Talbot (1800-1877).

La fotografia nasce all'epoca della massima produzione di opere enciclopediche e conservazione della memoria. La ricerca della conoscenza con lo sviluppo della scienza e dell'industria sembrava non avere limiti e l'obiettivo era raccogliere tutte le informazioni visive, studiarle e organizzarle scientificamente, e la fotografia era il mezzo migliore per svolgere rapidamente questo lavoro.

I monumenti e gli edifici sono stati l'oggetto principale che è stato ritratto durante gli inizi della fotografia. La mostra si propone di evidenziare il legame tra fotografia e architettura, prestando particolare attenzione al nostro Paese, il tutto realizzato attraverso i fondi della Biblioteca Nazionale di Spagna.

La mostra è aperta al pubblico dal 3 luglio al 4 ottobre di quest'anno, nella Sala Recoletos della Biblioteca Nazionale di Spagna.


Video: Luca Baroni - Rubens e Barocci tra mito e politica