Gli Stati Uniti restituiscono in Iraq oggetti recuperati dallo Stato Islamico

Gli Stati Uniti restituiscono in Iraq oggetti recuperati dallo Stato Islamico

Gli Stati Uniti hanno restituito all'Iraq centinaia di oggetti recuperati dalle forze speciali durante un raid in Siria Contro colui che si pensa sia uno degli uomini più importanti per il finanziamento del gruppo terroristico.

Alcuni dei pezzi sono stati esposti nel Museo nazionale iracheno durante la cerimonia di rimpatrio, hanno partecipato il ministro delle Antichità Abel Shirshab e l'ambasciatore degli Stati Uniti Stuart Jones.

«Questi oggetti sono la prova evidente che lo Stato Islamico, oltre a terrorismo, brutalità e distruzione, è un gruppo criminale che ruba antichità da musei e luoghi storici«, Ha dichiarato l'ambasciatore americano,«e anche il suo scopo è chiaramente quello di vendere gli oggetti sul mercato nero"Ha aggiunto.

Gli oggetti sono stati esposti in uno dei musei recentemente riaperti e includeva monete, statue e gioielli. «Le monete sono un esempio del periodo islamico. Questa prova indica che il terrorismo crede che il patrimonio culturale sia una bestemmia e intende trarre profitto dalla sua venditaHa commentato Shirshab.

Gli oggetti erano recuperato dalle forze armate statunitensi durante un raid del 15 maggio in Siria quando Abu Sayyaf (uno dei maggiori finanziatori dell'organizzazione terroristica), figura chiave dello Stato Islamico, è stato assassinato. Si crede che

«Questi pezzi sono molto belli e inestimabili«Ha detto Hakim al-Shammari, responsabile delle mostre al Museo Nazionale. Dice Al-Shammari non conoscere il valore degli oggetti sul mercato nero ma sostiene che avrebbero dato un contributo molto consistente alle finanze dello Stato Islamico.

«I profitti ottenuti dalla vendita di questi pezzi vengono utilizzati per finanziare operazioni, acquistare armi e reclutare persone«, Ha spiegato Al-Shammari.

Gli Stati Uniti hanno restituito più di 3.000 oggetti rubati dall'Iraq dal 2005.


Video: Exorcism performed by Muslim Raquy caught on camera