Musei spagnoli, accessibili ai non vedenti

Musei spagnoli, accessibili ai non vedenti

I lavoratori del Museo del Prado, uno dei musei d'arte più importanti della Spagna, normalmente avvertono i visitatori di non toccare le preziose opere del museo, ma recentemente José Pedro González, 56 anni, ci ha messo le dita sopra una copia di una delle opere più famose del maestro Velázquez, 'Forgia di Vulcano‘.

"Ci sono molte cose che si possono scoprire ed è fantastico farlo", ha detto González, cieco da 14 anni.

Il dipinto è una delle sei copie di opere di maestri come El Greco e Francisco de Goya realizzate per la prima mostra per ciechi.

Una tecnica di rilievo che aggiunge volume e consistenza per consentire ai ciechi, oa chi ha una visione molto limitata, l'opportunità di creare un'immagine mentale del dipinto sentendolo.

«È una mostra brillante. L'unico modo in cui i ciechi possono avere accesso ai dipinti è attraverso le spiegazioni di qualcun altro ", spiega González, che ha visitato" Touching the Prado "più di una volta da quando è stato inaugurato a gennaio.

In altri paesi alcuni musei hanno utilizzato lo stesso tecnica che nel Museo del Prado per riprodurre opere d'arte per ciechi ma quelle opere erano più piccole e in bianco e nero, ha commentato uno dei restauratori del Prado, Fernando Pérez Suescun.

Le copie del Museo del Prado hanno le stesse proporzioni degli originali ma sono leggermente più piccole per consentire ai visitatori non vedenti di toccare e sentire le opere.

Le opere d'arte selezionate dal museo sono la rappresentazione della sua vasta collezione ei cui dettagli possono essere apprezzati grazie al volume che è stato aggiunto.

Il Prado prevede di mostrare i dipinti in altre città spagnole dopo la fine della mostra 18 ottobre a Madrid.

La mostra fa parte di un crescente sforzo da parte dei musei spagnoli a rendi le tue collezioni accessibili ai non vedenti con l'aiuto dell'importantissima organizzazione per non vedenti, ONCE.

Il Museo Reina Sofía, dedicato all'arte moderna e contemporanea e luogo in cui è esposto Guernica, il capolavoro di Pablo Picasso, permette anche ai visitatori non vedenti di toccare alcune delle sue sculture mentre nel Costume del Museo di Madrid ha allestito una mostra costumi originali permanenti che possono essere toccati.

Il ONCE organizzazione, che organizza lotterie per raccogliere fondi, dà lavoro a 20.000 persone non vedenti e ipovedenti, consiglia i musei su come migliorare le loro strutture e le mostre per i non vedenti o gli ipovedenti.

"Tutto questo non solo aiuta i ciechi, ma anche altre persone con qualsiasi altro tipo di disabilità", ha commentato Ángel Luis Gómez Blázquez, uno dei leader di ONCE.

Il museo di ONCE a Madrid espone 34 modelli di monumenti del mondo come la Torre Eiffel, il Taj Mahal o il Cremlino, che si possono toccare.

Elisabeth Axel, presidente e fondatrice di Art Beyond Sight, un'organizzazione di New York specializzata nell'accesso ai musei per i non vedenti, afferma che sempre più musei in tutto il mondo stanno facendo progressi nel rendere le loro collezioni accessibili ai non vedenti, ad esempio il Metropolitan Museum of Art di New York, che organizza un gran numero di attività per i non vedenti, tra cui visite guidate, corsi di pittura e laboratori dove possono sentire le sculture.


Video: Licini da toccare - La Galleria Licini apre ai non vedenti