La più grande collezione militare nazista

La più grande collezione militare nazista

Kevin Wheatcroft è un inglese di 55 anni che ha in suo possesso la più grande collezione di oggetti e veicoli militari nazisti del valore di 100 milioni di sterline. Accumulare queste cose gli è costato decenni di ricerche, viaggi e trattative e per molti anni ha mantenuto la sua collezione visibile solo a parenti e amici ma ora ha deciso di aprirla al pubblico, come riporta il quotidiano 'The Guardian'.

«Voglio che il pubblico veda tutto questo. Non c'è modo migliore per capire la storia. Ma io sono solo un uomo e ci sono molte cose«, Wheatcroft ha commentato il suo desiderio di esporre i suoi articoli e macchine.

L'uomo britannico è riuscito a raccogliere 88 carri armati dopo aver viaggiato attraverso il Nord Africa, le steppe russe o la penisola del Sinai. Esistono anche veicoli ibridi. Tra le curiosità della collezione c'è la porta della cella di Hitler dalla sua permanenza nella prigione di Landsberg dopo essere stato condannato al carcere per "Putsch'Da Monaco. Durante la sua permanenza in prigione ha scritto il suo famoso libro "La mia lotta".

Il commercio di antichità del Terzo Reich è vietato o fortemente limitato in Germania, Francia, Austria, Israele e Ungheria.

Wheatcroft è il figlio di un milionario che ha vissuto la sua passione fin da giovanissimo. All'età di cinque anni i suoi genitori gli regalarono un elmo delle SS, la guardia personale di Adolf Hitler. A quindici anni, Wheatcroft ha speso i soldi che suo nonno gli aveva dato per il suo compleanno su tre jeep della seconda guerra mondiale, che ha restaurato e venduto lui stesso. Quando è diventato più grande ha continuato a investire i suoi soldi in veicoli da guerra e carri armati e ha lavorato presso una società di ingegneria nel Leicestershire, dove risiede attualmente. Fin da giovane ha iniziato a viaggiare attraverso l'Europa e il Nord Africa alla ricerca di carri armati e veicoli militari per ripristinarli in seguito.

Wheatcroft ha una fortuna di circa 120 milioni di sterline grazie all'eredità del padre, al Motor Museum che gestisce e al possesso di una pista di Donington Park, che gli ha permesso di finanziare il suo repertorio di veicoli e oggetti nazisti, la "Collezione Wheatcroft".


Video: CONVERSAZIONI 6 Guerra e tecnologia:John Fuller e Liddell Hart. Gen Mazzi