Trovano uno scaffale cerimoniale per teschi in Messico

Trovano uno scaffale cerimoniale per teschi in Messico

Sebbene siano passati molti secoli da quando si è verificato un evento, è stata eretta una costruzione o sono state fatte sepolture cerimoniali, sono molte le civiltà che oggi hanno ancora molto da dire e gli archeologi sono il legame tra loro e noi. Non c'è dubbio che il suo ottimo lavoro sia un riferimento molto importante per conoscere molte delle cose che fanno parte del nostro passato, per conoscere le nostre radici e per sapere come vivevano e perché molte di quelle civiltà sono scomparse.

Uno degli ultimi lavori in questo campo arriva dal Messico, dove un gruppo di archeologi ha scoperto un grande rack cerimoniale appositamente progettato per i teschi, qualcosa che risale all'età dell'oro dell'Impero azteco e che era nel cuore di Città del Messico.

Grazie a questa recente scoperta sarà possibile intravedere la luce su un relativo mistero in merito come i governanti hanno proiettato il loro potere attraverso il sacrificio umano che sono stati eseguiti sotto il suo mandato e con ciò che contenevano e soggiogavano il popolo.

Questo scaffale o display era noto nella lingua nahuatl come "tzompantliE a quei tempi era abituato mostra i teschi sbiancati di alcuni dei più feroci guerrieri dei regni rivali, che furono sacrificati, sicuramente dai sacerdoti agli ordini dei governanti, e lo fecero dalla cima dei templi che potrebbero essere esistiti nell'area in cui fu fatto questo ritrovamento.

Questo scaffale è stato trovato dopo la cattedrale della capitale di epoca coloniale e, nonostante la sua scoperta, è ancora parzialmente chiuso, sebbene si sappia che Ha un'altezza di circa 34 metri e 12 metri di larghezza. Secondo i primi studi, si dice che potrebbe essere stato costruito tra il 1482 e il 1502.

Il direttore nazionale di Archeologia del Messico, Raúl Barrera, ha dichiarato in conferenza stampa che: "Lo tzompantli aveva un forte simbolismo ed era un segno del grande potere dei sovrani verso il popolo e anche verso i popoli rivali".

"C'è da sperare che attraverso i diversi studi che verranno effettuati su questa scoperta, possiamo rilevare che molti dei teschi sono nemici che sono stati catturati e sacrificati, che sono stati decapitati in modo che il loro cranio finisse direttamente su questo scaffale , ma solo quella dei guerrieri più potenti ”, ha dichiarato.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Squamificio Tattoo - teschio messicano