Testa di Medusa trovata nel sud della Turchia

Testa di Medusa trovata nel sud della Turchia

Poche date fa un team di archeologi ha portato alla luce nel sud della Turchia una testa in marmo che rappresenta la famosa Gorgone Medusa, che tutti ricordiamo per avere i serpenti come capelli e che potrebbe trasformare in pietra qualsiasi uomo che osasse guardarla negli occhi.

Era esattamente alle rovine di Antiochia ad Cragum, un'antica città romana fondata nel 170 aC. dal re Antioco IV, re greco dell'Impero seleucide e situato ai piedi del monte Cragus, vicino al sud della penisola anatolica, diventando negli ultimi anni uno dei più importanti ritrovamenti archeologici di quest'area.

È stato notato che la testa ritrovata non faceva parte di un busto o di una statua ma faceva parte della facciata di un edificio sospettato di essere stato un tempio. Ciò porta a ipotesi sul fatto che fosse effettivamente considerato un mostro nei tempi antichi o una forza protettiva.

Essendo considerato una forza protettiva, spiega il motivo per cui il suo volto compare in molti oggetti greci e romani come scudi, statue, mosaici, monete o, come in questo caso, oggetti ornamentali e protettivi posti sulla facciata di varie costruzioni.

Secondo la leggenda, Medusa era la sorella di Esteno ed Euríale, figlie di Forcis e Ceto e Medusa veniva menzionata solo come essere mortale, a differenza delle sue sorelle, sebbene fosse molto più famosa di loro, soprattutto per il suo aspetto e per il suo dono di trasformare in pietra chiunque la guardi.

Secondo gli esperti, ci sono ancora resti importanti in questo luogo, riferendosi ad Antiochia ad Cragum, come una strada con colonnati e un portico d'ingresso, bagni pubblici, un'antica basilica cristiana, grandi tombe, un mercato e anche un tempio, nonché altre infrastrutture che non sono state ancora identificate, il che rivela che questo luogo è potrai ottenere molte informazioni utili.

Per la sua parte, Michael Hoff, direttore degli scavi e storico dell'arte, ha affermato che questo ritrovamento è, a detta di tutti, davvero sorprendente dato che solo l'immagine della Gorgone avrebbe potuto essere considerata dai cristiani un atto di idolatria da parte degli abitanti di questa città e dove a quei tempi andò distrutta tutta quell'opera sospettata di essere considerata pagana, anche se non si sa per quale motivo sopravvisse la Medusa ritrovata.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Zanclean Flood of the Mediterranean in Sicily - computer animation