Una replica della tomba di Osiride scoperta a Luxor

Una replica della tomba di Osiride scoperta a Luxor

Una delle notizie più recenti in arrivo dall'Egitto arriva dalla Valle dei Nobili a Luxor, esattamente in una zona conosciuta come Sheikh abd el-Gourna, dove è stata ritrovata una replica della tomba di Osiride.

La scoperta è stata fatta grazie a una collaborazione tra un team delle Isole Canarie e della regione italiana della Toscana guidato da Milagros Álvarez e il Dr. Abd el-Hakim Carrar in collaborazione con il Ministero delle Antichità egiziano.

Dopo le prime indagini si può dire questo è una tomba che ha un'architettura speciale, molto simile all'Osireion di Abydos.

Il accesso alla tomba, che si realizza per mezzo di una sala trasversale del sepolcro 337, poi per mezzo di alcune scale si giunge ad una sorta di cappella a volta e dove Osiride sorge ad una certa altezza. Una scoperta sorprendente, come un film.

Un altro dei dettagli scoperti in questa tomba è quello Ha un pozzo nascosto che comunica con diverse camere sepolcrali profonde 15 metri, luogo in cui dovrebbero riposare i corpi dei defunti, godendo della protezione del dio dei morti, anche se al momento questa zona non è stata esplorata.

È presunta cappella È affiancato da un corridoio che immette in un'altra stanza dove si trova un altro pozzo dal quale è possibile scendere ad altre quattro camere sepolcrali.

In questo caso, i ricercatori hanno avuto accesso e sono stati in grado di trovare una sorpresa, la decorazione di uno di loro. Era circa una decorazione con diversi demoni che tengono in mano i coltelli, qualcosa che era previsto proteggere il corpo del defunto.

Infine, va notato che il prossimo autunno la Missione Archeologica Canario-Toscana continuerà le sue indagini, perché sa che c'è ancora molto da scoprire in quest'area, come hanno fatto nella loro prima indagine tra novembre 2013 e gennaio 2014, dove hanno scoperto la tomba di May e di sua moglie Neferet, risalente alla XVIII dinastia.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Egitto, scoperta a Saqqara una tomba di oltre 4400 anni. Entriamo in un tesoro straordinario