Tecnologia a favore dell'archeologia: studio dei corpi decapitati di York

Tecnologia a favore dell'archeologia: studio dei corpi decapitati di York

Grazie agli ultimi progressi tecnologici applicati all'analisi del DNA, è stato possibile studiare in modo più approfondito i resti umani che sono stati scoperti nel corso della storia. Uno dei risultati per i quali è stata utilizzata questa tecnologia è in l'insieme dei corpi decapitati trovati nel 2010 a York, Nel regno unito.

Il team di archeologi ha diverse ipotesi su questi corpi che sono state studiate praticamente da quando sono stati scoperti e afferma che potrebbero essere gladiatori anche se c'è anche la possibilità che fossero soldati o addirittura criminali.

Nonostante siano stati decapitati, i teschi di queste persone sono stati sepolti con il corpo Sebbene non siano posizionati più o meno naturalmente ma sul petto, altri all'interno delle gambe e altri nella zona dei piedi.

Nei primi studi era stato determinato che durante la loro vita sono stati feriti in diverse occasioni, forse a seguito di combattimenti o di essere entrati nel campo di battaglia, ma ora grazie alla tecnologia di analisi del DNA la storia di questi uomini e molti dettagli che hanno attraversato nella loro vita potranno essere studiati in profondità.

Tre ricercatori di tre diversi centri universitari hanno selezionato per la prima analisi con questa tecnologia sette degli ottanta corpi trovati e dopo gli studi si è appreso che vissero i primi anni in Gran Bretagna e molti di loro avevano un genoma molto simile a quelli che esistevano all'inizio dell'Età del Ferro nello Yorkshire.

Si è appreso anche questo durante la loro infanzia avevano cattive condizioni di salute, probabilmente causando loro di soffrire di stress infantile, anche se alla fine sono stati salvati perché le loro ossa erano molto forti e avevano guarito traumi, dimostrando che erano andati in battaglia in diverse occasioni.

È anche noto che i discendenti moderni più vicini degli uomini britannici romani non vivevano in questa zona ma in Galles dato che il corpo di un uomo ritrovato in quella zona rivela una genetica allineata in modo più simile ai corpi che erano stati ritrovati, un fatto importante che rivela anche l'impatto delle migrazioni umane verso diversi punti di quello che oggi conosciamo come Grande Bretagna.

Un altro dei corpi indagati ha avuto origine nel Medio Oriente, cresciuto in quella che è la Palestina, la Siria o la Giordania prima di emigrare nell'area di York e incontrare la sua morte.

Indubbiamente, è un importante progresso sia nella scienza che nella tecnologia che ci permetterà di conoscere più accuratamente molti degli eventi che sono accaduti nel corso della storia grazie ai resti umani.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Anatoly Onoprienko -Il Mostro dellUcraina-