Cantina e antico stabilimento balneare rinvenuti a Gerusalemme

Cantina e antico stabilimento balneare rinvenuti a Gerusalemme

Una delle ultime notizie legate alla storia è stata una scoperta inaspettata che è stata fatta a Gerusalemme. Riguarda una cantina e un ex stabilimento balneare risalenti a circa 1.600 anni fa.

Il ritrovamento è stato effettuato durante gli scavi archeologici finanziati dalla società Merom Yerushalayim sotto la supervisione del Israel Antiquities Authority. Questi scavi sono in corso presso la tenuta Schneller prima della costruzione di edifici residenziali, anche se ora, con questa scoperta, non verranno più eseguiti.

Tra i diversi oggetti che sono stati trovati, il grande cantina di vini risalente al periodo romano o bizantino. Questa installazione ha un mosaico bianco che deve ancora essere scoperto.

Nella zona centrale di questo luogo si trova un pozzo dove in passato era ancorato un grande torchio a vite che permetteva di spremere al massimo il mosto dall'uva, il che dimostra l'importanza del vino o che un grande quantità a diverse destinazioni.

Le navi che sono state trovate, almeno i resti, sono state utilizzate salva l'uva e forse, secondo i ricercatori, da mescolare con altri ingredienti con cui ottenere sapori diversi per il vino.

Il team di archeologi ritiene che questi vasi non servissero solo per conservare il vino e rifornire gli abitanti della casa che era proprio accanto, ma che sarebbero stati sicuramente venduti, soprattutto a causa del gran numero di vasi scoperti.

È stato anche scoperto l'esistenza di un bagno, qualcosa che mostra i diversi tubi di fango che sono stati trovati, che sono stati utilizzati, quasi certamente, per riscaldare il luogo, così come diversi mattoni di argilla, che hanno un timbro della X Legione Romana, uno dei quattro legioni che hanno partecipato alla conquista di Gerusalemme.

Come confermato da Alex Wiegmann, archeologo e direttore dello scavo: «Gerusalemme dimostra ancora una volta che ogni volta che si solleva una pietra, troveranno molte cose legate alla gloria di questa città nel passato, il che ci aiuta a continuare a cercare e scoprire molti luoghi e manufatti per sapere come erano quei tempi«.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: CASA VACANZA GALLIPOLI - a 200 metri dal mare