La storia degli abitanti dell'era glaciale viene riscritta

La storia degli abitanti dell'era glaciale viene riscritta

Uno studio è stato recentemente pubblicato nel Rivista sulla natura dove diversi cambiamenti sono mostrati nelle popolazioni europee preistoriche. Ciò è dimostrato dal analisi del genoma effettuata su 51 individui che colonizzò il continente europeo.

Per quanto riguarda queste persone, bisogna tenerne conto l'ultima era glaciale è stata circa 100.000 anni fa e si è conclusa circa 12.000 anni fa in Europa, in quel periodo, arrivò dall'Africa l'Homo sapiens, che fece scomparire a poco a poco i Neanderthal.

Questa classe di ominidi ha messo piede su alcuni terreni continentali 45.000 anni, sebbene nonostante abbia studiato alcuni resti, si conosceva solo la composizione genetica di quattro di essi, ma ora, dopo gli studi, ci sono nuovi dati che rivelano importanti cambiamenti legati alla fine dell'ultima era glaciale.

Secondo quanto si è appreso, durante questo periodo, le popolazioni della zona sud-ovest, come quella della penisola iberica, ricolonizzò il continente quando iniziò il disgelo, circa 19.000 anni fa e così sono stati in grado di recuperare aree che erano state abbandonate a nord del continente, sebbene questa avanzata sia stata rallentata da un'altra ondata migratoria arrivata dal Medio Oriente, che ha imposto la loro genetica.

Da quel momento in poi ha subito diversi cambiamenti nella popolazione europea. Sì, è sottolineato da David Reich, associato alla Harvard Medical School e autore principale di questa ricerca insieme a Manuel González Morales, dell'Istituto internazionale di ricerca preistorica dell'Università della Cantabria.

Come ha affermato Reich, "La genetica di alcuni gruppi si espanse gradualmente in tutto il continente, spostando gli abitanti del sud-ovest. Oggi possiamo vedere come il DNA di queste persone persiste per molte migliaia di anni fino all'arrivo dell'agricoltura, circa 8.000 anni fa.”.

Da parte sua, Cosimo Posth, uno scienziato del Max Planck Institute for the Science of Human History di Jena, ha affermato che non so dove siano andati gli umani durante il periodo più freddo durante l'era glaciale, qualcosa su cui stanno attualmente indagando.

Ha anche assicurato che uno dei resti che hanno analizzato, noto come "The Red Lady" di El Mirón (in Cantabria) rivela un legame genetico con un ramo di sapiens che precede i primi colonizzatori. Ora, con i progressi nello studio del DNA e delle nuove tecnologie, sarà possibile saperne di più su questo sconosciuto e sicuramente non ci vorrà molto per saperne di più su questo argomento.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Speedpainting SCRAT - l era glaciale