Biografia di Fyodor Dostoyevsky

Biografia di Fyodor Dostoyevsky

Fyodor Dostoyevsky è nato l'11 novembre 1821 a Mosca. Nel 1838 si trasferì con il fratello a San Pietroburgo per entrare all'Accademia di ingegneria militare, dove si laureò come sottotenente. Fu quando iniziò il suo amore per il gioco d'azzardo, un problema che gli ha portato molti problemi per tutta la vita.

Nel 1839 suo padre fu assassinato da uno dei suoi servi e questa situazione produsse un esaurimento nervoso nello scrittore, sviluppando così il suo primo sintomi epilettici. Tuttavia, l'eredità lasciata dal padre lo ha aiutato ad abbandonare la sua carriera nell'esercito e dedicarsi alla scrittura.

Nel 1845 pubblica il successo "Poveri", il suo primo romanzo.

Dostoevskij fu arrestato nel 1849 per aver fatto parte di un gruppo liberale chiamato Petrashevsky Circle. È stato accusato di cospirazione contro lo zar durante le riunioni del gruppo. Insieme a Dostoevskij, diversi membri furono condannati a morte. Tuttavia, all'ultimo minuto, l'autore ha avuto la sua condanna commutata in cinque anni di lavori forzati in Siberia.

Dopo la sua condanna, Dostoevskij fondò la rivista "Tiempo" insieme a suo fratello nel 1859.

Tra il 1862 e il 1863 compì diversi viaggi in Europa e incontrò Polina Súslova, una giovane studentessa con la quale iniziò una relazione, anche se finì per lasciarlo. Durante la sua assenza, "Tempo metereologico", dovuto a pubblicazione politica. A questo si aggiunse la morte di suo fratello e Dostoevskij fu costretto a prendersi cura della sua vedova e dei suoi figli. Questo lo fece precipitare in una profonda depressione che lo riportò al gioco.

Nel 1865 iniziò a scrivere "Crimine e punizione"E due anni dopo ha sposato la stenografa Anna Snítkina. Hanno avuto quattro figli: Sonia, Liubov, Fyodor e Alexei; sebbene il primo sia morto tre mesi dopo la nascita.

A causa principalmente di Dipendenze di Dostoevskij, la sua famiglia non ha mai goduto di una posizione economica davvero comoda.

Fëdor Dostoevskij morì a San Pietroburgo il 9 febbraio 1881. da emorragia polmonare. Sulla sua lapide si leggeva: "In verità, in verità, ti dico che se il chicco di grano che cade in terra non muore, rimane solo, ma se muore produce molto frutto", Un verso di San Giovanni che compare anche in quello che fu il suo ultimo romanzo:"I fratelli Karamazov”.

Madrileno o Cantabrico. Calcolatrice o impulsivo. Sognante o realistico. 23 anni o 12. Calcio o negozi. Giornalismo veritiero: devi conoscere la storia in profondità, è l'unico modo per non commettere gli stessi errori del passato


Video: Crime and Punishment to go Dostoyevsky in 11 minutes, English version