L'essere umano è riuscito a camminare eretto diversi milioni di anni prima del previsto

L'essere umano è riuscito a camminare eretto diversi milioni di anni prima del previsto

Un team di scienziati statunitensi è riuscito a scoprirlo l'essere umano ha sviluppato la sua colonna vertebrale ed è riuscito a camminare eretto diversi milioni di anni prima di quanto si pensasse, secondo uno studio pubblicato sulla rivista PNAS.

Gli scienziati hanno fatto affidamento sullo scheletro di «Selam", una ragazza Australopithecus Afarensis di tre anni e più di 3,3 milioni di anni che è stato trovato in Etiopia nel 2000, ma solo ora sono stati in grado di finire di pulire i pezzi e di identificarli.

Questo scheletro riguarda il campione più completo della colonna vertebrale di un ominide trovati finora, comprese le vertebre, il collo e la gabbia toracica. "Una meticolosa ricerca sullo scheletro ha dimostrato che la struttura della colonna vertebrale umana è sorta circa 3,3 milioni di anni fa, facendo luce su uno dei tratti distintivi dell'evoluzione umana", ha spiegato Zeray Alemseged dell'Università di Chicago.

La colonna vertebrale umana condivide caratteristiche con quelle di altri primati, ma ha anche alcune caratteristiche uniche nel suo genere che le consentono di camminare in posizione eretta, come hanno meno vertebre toraciche e più vertebre dorsali.

Nonostante questa importante scoperta, non è possibile identificare così facilmente quando questo modello si è evoluto non avendo ancora trovato un insieme di vertebre di specie primitive che suggeriscano quanto menzionato nel paragrafo precedente.

"Selam ci ha dato un primo assaggio di come era organizzata la colonna vertebrale dei nostri primi antenati", ha aggiunto Carol Ward, una scienziata presso la Mossouri University School of Medicine.

Questa configurazione insolita in un essere umano primitivo può essere la chiave per sviluppare scenari più accurati sull'evoluzione della posizione eretta e sulla forma moderna del corpo umano ", ha detto.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Perché così tanti giovani usano il Viagra?