Una spirale di scheletri trovata in un cimitero pre-azteco in Messico

Una spirale di scheletri trovata in un cimitero pre-azteco in Messico

UN formazione a spirale di scheletri umani è stato portato alla luce in un vecchio cimitero del villaggio pre-azteco nel sud di Città del Messico.

La scoperta, che risale a circa 2.400 anni fa, è stata fatta durante i lavori archeologici effettuati dall'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) a Tlalpan.

La spirale è formata da 10 sepolture e gli antropologi Lucía López Mejía e Sonia Rodríguez Martínez, ha confermato che la maggior parte di essi corrisponde a sepolture di adolescenti, sebbene siano stati identificati anche un adulto, un neonato e i resti di un bambino di un mese.

Almeno lo hanno anche confermato due delle sepolture avevano il cranio deformato intenzionalmente, come alcuni denti di vari scheletri.

Sebbene le cause della loro morte non siano ancora note, il metodo di posizionare con cura i resti in una formazione a spirale unendo le loro braccia suggerisce che fosse parte di un antico rituale.

Questa teoria è rafforzata dal posizionamento di offerte di ciotole e pentole di argilla e sfere e pietre di ceramica nelle mani di alcuni scheletri.

Dopo cinque mesi di lavoro archeologico, il team INAH ha individuato più di 20 pozzi nel cimitero, di cui 6 con sepolture individuali, per lo più di adulti.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Come si lavora in un Cimitero?