Storia della Terra: Vaalbará, il primo supercontinente

Storia della Terra: Vaalbará, il primo supercontinente

Vaalbara è il nome con cui il primo supercontinente ipoteticamente esistito sul nostro pianeta. La Terra si è formata 4.567 milioni di anni fa e si stima che questo questo supercontinente è nato tra 3.800 e 3.600 milioni di anni fa.

La sua esistenza si ritiene che sia ampiamente confermato grazie agli studi geocronologici e paleomagnetici effettuati sui due cratoni arcaici Kaapvaal (Sud Africa) e Pilbara (Australia), dove gli studi indicano che questi esistevano 3,3 miliardi di anni fa.

I cratoni come prova dell'esistenza di Vaalbará

Un cratone, chiamato anche cratogeno, è a massa continentale che possiede un'enorme rigidità che ha raggiunto nel suo passato geologico, e che da allora non ha subito alcun tipo di frammentazione o deformazione.

Finché c'è molte teorie sulla sua vera esistenza, molti scienziati si affidano ai cratoni menzionati, che hanno sequenze simili della prima copertura precambriana.

Sia il terreno granitico e di pietra verde del cratone Kaapvaal, sia il blocco orientale del cratone Pilbara, mostrano le prove di quattro impatti di meteoriti molto grandi tra 3.200 e 3.500 milioni di anni fa.

Le alte temperature create dalla forza dell'impatto, hanno fuso i sedimenti in piccole sferule vetrose, e sia in Sud Africa che in Australia alcune 3,5 miliardi di anni, essendo i più antichi materiali conosciuti ottenuti da un impatto sulla Terra.

Origine della vita a Vaalbará

In questi cratoni troviamo alcune delle rocce più antiche del mondo, quali contengono microfossili arcaici molto ben conservato.

Una serie di progetti di perforazione internazionali hanno rivelato tracce di vita microbica e fotosintesi di archaea in Africa e in Australia, essendo la più antica prova ampiamente accettata dalla scienza.

Questi fossili sono stati interpretati come tracce di eucarioti e cianobatteriAnche se le discussioni in corso portano alla convinzione che questi biomarcatori non sarebbero così vecchi, ma sarebbero entrati nella roccia molto più tardi.

Le stime attuali collocano l'ultimo antenato eucariotico comune tra 1.866 e 1.679 milioni di anni fa. Se i fossili trovati nella Pilbara sono tracce dei primi eucarioti, rappresenterebbero gruppi che si estinsero prima che emergessero gruppi moderni.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove poter condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: National Geographic La deriva dei continenti ITA HD1080i