Ritrovata intatta alla periferia di Roma, la "tomba dell'atleta" di 2.300 anni

Ritrovata intatta alla periferia di Roma, la

Una tomba eccezionale chiamata «La tomba dell'atleta»È stato ritrovato esattamente nelle stesse condizioni in cui era stato lasciato 2.300 anni nella zona delle Case Rosse alla periferia di Roma durante gli scavi di ampliamento di un acquedotto.

Quattro scheletri (tre uomini e una donna) sono stati trovati nella tomba con il loro equipaggiamento cerimoniale, hanno spiegato gli archeologi che hanno fatto la scoperta, aggiungendo che sono stati fortunati a trovare la tomba intatta poiché era relativamente vicina alla superficie, solo due metri sotto la superficie. campo in cui è stato trovato.

I corpi sono stati accompagnati nel loro ultimo viaggio da splendide opere in ceramica dipinta di nero, alcuni decorati con motivi vegetali e geometrici, una moneta di bronzo con la testa elmata di Minerva e la scritta «Romano» sul retro, nonché piatti con resti di offerte di cibo tra cui coniglio, pollo e capra, e due strigili di ferro, utilizzato dagli atleti per pulirsi dopo l'attività fisica.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Scheletri giganti in Sardegna: prima testimonianza