Un gibbone estinto condivise una tomba in Cina con una donna della dinastia Xía

Un gibbone estinto condivise una tomba in Cina con una donna della dinastia Xía

UN gibbone olocene estinto è stato scoperto in un'antica tomba reale cinese. Questi resti costituiscono la prima prova documentata dell'estinzione delle scimmie dopo l'ultima era glaciale.

La scoperta, effettuata da un team internazionale guidato dall'Istituto di zoologia della Zoological Society di Londra, conclude inoltre che potrebbe essere stato il primo primate a scomparire come risultato diretto dell'attività umana.

“Sebbene tutte le scimmie attuali siano in pericolo di estinzione, non ci sono prove che gli esseri umani fossero dietro l'estinzione di scimmie o altri primati negli ecosistemi continentali post-glaciali, nonostante le intense pressioni antropiche associate alla perdita di biodiversità nel corso dei millenni. in molte regioni ”, spiegano i ricercatori nello studio pubblicato su Scienza.

Il gibbone, chiamato Junzi imperialis, è stato descritto da un cranio parziale e una mandibola di 2.200 fino a 2.300 anni fa scoperti tra un gruppo di resti di animali nell'antica capitale di Chang'an, nell'odierna Shaanxi cinese. A quel tempo, i gibboni erano percepiti come "nobili" e tenuti come animali domestici di alto livello.

La tomba dove si trovavano i fossili potrebbe essere stata costruita Lady Xia, la nonna del primo imperatore cinese, Qin Shi Huang. Qin unì gran parte della Cina e fu sepolto vicino a Xi'an con il suo famoso esercito di terracotta.

Una popolazione di scimmie asiatiche sconosciuta

Il resti del misterioso gibbone, costituito principalmente da uno scheletro facciale parziale, sono stati confrontati con Hylobates viventi ed estinti conosciuti. Junzi ha saputo differenziarsi da questi primati utilizzando i dati morfometrici craniodentali.

Allo stesso modo, costituisce un nuovo genere e specie, come rivelato dallo studio dettagliato delle misurazioni craniche e dentali.

Di conseguenza, si può concludere che, fino a tempi recenti, l'Asia orientale ospitava una popolazione di scimmie precedentemente sconosciuta, sebbene storicamente estinta, oltre a suggerire che la perdita della diversità dei primati causata dall'uomo potrebbe essere stata sottovalutata.

Ci sono resoconti storici che descrivono le catture di gibbone nelle vicinanze di Chang'an nel X secolo. e la sua presenza nella provincia dello Shaanxi fino al XVIII secolo. Questi resoconti recenti possono riferirsi ad altre specie non descritte ed estinte.

attraverso Sincronizza

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: 10 NASCITE PIÙ INCREDIBILI CHE HANNO BATTUTO TUTTI I RECORD