Gli archeologi trovano la sepoltura di un ragazzo azteco sacrificato al dio della guerra

Gli archeologi trovano la sepoltura di un ragazzo azteco sacrificato al dio della guerra

Gli archeologi dell'Istituto nazionale di antropologia e storia del Messico (INAH) hanno annunciato il scoperta del sacrificio azteco di un bambino nel Templo Mayor di Tenochtitlan, che si ritiene sia stato offerto in rito al dio della guerra azteco: Huitzilopochtli.

I resti appartenevano a un ragazzo di età compresa tra gli otto ei dieci anni. La sua analisi ha mostrato che i suoi denti erano gravemente usurati e che aveva subito diverse infezioni alla bocca.

Si ritiene inoltre che molto probabilmente sia morto durante il regno di Ahuízotl (1486-1502).

Hanno riferito a loro volta che i resti del ragazzo sono stati trovati in uno sconosciuto pozzo cilindrico delimitato da rocce vulcaniche, essendo l'unica delle 204 tombe scavate nel sito che presentava queste caratteristiche.

Altri oggetti insoliti della sepoltura (chiamati "offerta 176") includono la proprietà funeraria del ragazzo, che comprendeva gioielli di giadeite del Guatemala e perle blu di origine sconosciuta.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove poter condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Gli Archeologi Non Credevano Ai Loro Occhi Davanti A Questa Scoperta