27 agosto 1883, l'esplosione del Krakatoa

27 agosto 1883, l'esplosione del Krakatoa

Krakatoa era un'isola di tre coni vulcanici situato nello stretto della Sonda, tra Giava e Sumatra, in Indonesia, situato vicino alla regione di subduzione della placca indo-australiana, sotto la placca eurasiatica.

Nome Krakatoa È usato per designare il gruppo di isole circostanti, l'isola principale (chiamata anche Rakata) e un noto vulcano che era ripetutamente esploso con conseguenze disastrose nel corso della storia. Nel maggio 1883 iniziò una serie di eruzioni che continuarono fino al 27 agosto di quello stesso anno, quando un'esplosione catastrofica fece saltare in pezzi l'isola.

L'isola è esplosa con un'energia di 200 megatoni, vale a dire, 10.000 volte più potente della bomba atomica di Hiroshima. La detonazione è stata percepita nel 10% del globo. Ha viaggiato verso l'isola del Madagascar e l'Australia (che distano circa 7.600 km). Lo tsunami ha raggiunto i 40 metri di altezza e ha distrutto 163 villaggi lungo la costa di Giava e Sumatra, uccidendo un totale di 36.417 persone.

La cenere dell'esplosione ha raggiunto l'altitudine di 80 km e viaggiato anche sulla superficie del mare. Tre anni dopo, gli osservatori di tutto il mondo descrissero l'alba e il crepuscolo dai colori brillanti, prodotti dalla rifrazione dei raggi del sole su queste minuscole particelle.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Documentario Krakatoa Eruzione