Il disegno più antico della storia aveva la forma di un "hashtag"

Il disegno più antico della storia aveva la forma di un

Nel Grotta di Blombos, sulla costa meridionale del Sud Africa e ad est di Cape Town, alcuni dei prime testimonianze dell'attività culturale umana, come perle di conchiglie, pezzi di ocra incisi o strumenti ricavati da una roccia silicea, chiamata silcrete.

Tra tutti questi oggetti datato tra 70.000 e 100.000 anni fa gli scienziati hanno trovato un pezzo di roccia diverso dal resto. Sul lato liscio della silcreta ci sono nove linee rosse che si intersecano disegnato con l'ocra, come se fosse il simbolo dell'hashtag. L'oggetto proviene da uno strato archeologico datato a circa 73.000 anni.

Ma come dimostrare che il disegno è stato fatto apposta? Per essere sicuri, gli scienziati hanno eseguito un'analisi chimica dei pigmenti e hanno utilizzato la spettrometria RAMAN e un microscopio elettronico. Inoltre, hanno riprodotto le linee con varie tecniche: con pezzi di ocra con una punta o una parte appuntita, e con pennelli che hanno segnato la superficie con una miscela di acqua e polvere di ocra.

Analisi microscopiche e chimiche del disegno confermano che il pigmento ocra rosso è stato applicato intenzionalmente al foglio con una cera ocra.", Sottolinea il team di ricercatori di diversi laboratori europei e africani in uno studio pubblicato sulla rivista Nature.

I risultati indicano che le linee sono state disegnate deliberatamente con una cera ocra appuntita di spessore compreso tra uno e tre millimetri, su una superficie levigata a base di attrito. Questo lo rende il disegno più antico scoperto fino ad oggi., anticipando in circa 30.000 anni gli esempi conosciuti fino ad ora.

"Questo disegno dimostra la capacità del primo Homo sapiens nell'Africa meridionale di produrre progetti grafici in vari media utilizzando tecniche diverse", gli autori, guidati da Christopher S. Henshilwood dell'Università di Bergen (Norvegia) e l'Università di Witwatersrandy (Sud Africa), per la quale questo rafforza l'ipotesi dell'uso simbolico dei segni.

I primi simboli della storia

I disegni trovati dagli scienziati, considerati vere rappresentazioni, potrebbero in realtà non essere altro che scarabocchi, dipinti senza uno scopo specifico, ma i simboli sono parte integrante della nostra umanità. Possono essere inscritti sul nostro corpo sotto forma di tatuaggi o possono apparire attraverso abiti speciali, ornamenti e acconciature.

Per molto tempo gli archeologi sono stati convinti che i primi simboli fossero apparsi quando l'Homo sapiens colonizzò i territori europei, circa 40.000 anni fa.

Tuttavia, scoperte successive in Africa, Europa e Asia promuoverebbero la produzione artistica e l'uso di simboli umani, tra i quali ci sono molteplici esempi. Indubbiamente, finora, l'incisione più antica è uno zigzag scolpito da una cozza d'acqua dolce trovata a Trinil (Java, Indonesia) in strati che hanno circa 540.000 anni.

attraverso Sincronizza

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: How to download Pinterest videos on PC and iPhone