Così erano i gioielli preistorici di una città di Granada di circa 7.000 anni

Così erano i gioielli preistorici di una città di Granada di circa 7.000 anni

Già durante il Neolitico le popolazioni lavoravano la pietra e progettavano e producevano gioielli di vari materiali, come quelli che sono stati trovati in una città dell'Andalusia orientale, nel luogo delle Peñas de los Gitanos a 1.050 metri sul livello del mare. Questa zona fu abitata dalla preistoria al medioevo.

Il città di Los Castillejos Fa parte di un più ampio complesso archeologico ed è stato dichiarato Sito di Interesse Culturale nel 1996 e comprende grotte, rifugi, villaggi e necropoli, tra cui spicca la necropoli megalitica.

A Depositare, un team di scienziati ha trovato tra il 1991 e il 1994 diversi oggetti di ornamento personale. Ora gli archeologi Claudia Pau e Juan A. Cámara Serrano dell'Università di Granada sono stati in grado di identificare sei diverse categorie di ornamenti: pendenti, perline, elementi anulari e conici, spille ed elementi dentati.

Nello studio, pubblicato sulla rivista Archaeology, gli esperti hanno determinato l'uso e l'età di ciascuno dei gioielli in base alla loro morfologia e ai materiali utilizzati.

Evoluzione dei gioielli

Secondo gli scienziati, diversi tipi di oggetti si ripetono nel tempo. "Compaiono nelle fasi più antiche e scompaiono e si ritrovano nelle fasi più recenti, mentre altri gioielli caratterizzano solo alcuni periodi culturali", Fa notare Claudia Pau a Sinc.

Questo è il caso dei modelli realizzati con conchiglie. "Gli elementi anulari in pietra caratterizzano il VI millennio a.C., mentre i bracciali in conchiglia sono più recenti", Dice l'esperto.

Così, i braccialetti di conchiglia compaiono per la prima volta nel Neolitico medio (inizio V Millennio aC) e proseguono per tutto il recente Neolitico (fino all'ultimo terzo del IV Millennio aC). Lo studio sottolinea che questa distribuzione cronologica dei bracciali in conchiglia può avere importanti implicazioni per la datazione delle prime fasi di utilizzo dei contesti megalitici dove questi braccialetti sono solitamente frequenti.

Pertanto, possiamo proporre che molte tombe megalitiche fossero in uso almeno dalla fine del neolitico. Inoltre esistono tipologie presenti solo nei livelli più recenti, come le perle bitroncoconiche (con forme piane circolari)", Chiariscono gli autori.

Gli archeologi hanno apprezzato anche a cambiamento di forma di pendenti rettangolari; “da forme molto irregolari nelle fasi più antiche, si passerà a forme subrettangolari con angoli arrotondati e infine a forme più dritte negli esemplari più recenti”.

Le forme e le tracce d'uso indicano che le perline, i ciondoli e alcuni elementi ad anello sarebbero stati utilizzati per realizzare ornamenti complessi come collane e braccialetti, o per decorare la testa o l'abbigliamento, mentre altri elementi dell'anello sarebbero stati usati come ornamenti polsi, avambracci o caviglie", Concludono.

Riferimento bibliografico:

Claudia Pau e Juan A. Cámara Serrano. "I primi oggetti di ornamento personale della preistoria recente nella città di Los Castillejos a Las Peñas de los Gitanos (Montefrío, Spagna)" Archeologia 2018.

Tramite rel = »nofollow»Sincronizza

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: A Tour of GRANADA, SPAIN: Amazing Architecture, Gardens u0026 Plazas